Durata Regime Agevolato

Durata Regime Agevolato

La durata del regime agevolato è di massimo 3 anni. Esso viene applicato per il primo periodo d’imposta in cui ha inizio l’attività, e 2 i due successivi. Per avvalersene, è necessario comunicarlo utilizzando l’apposito modello.

Tale comunicazione deve essere effettuata:

- in sede di presentazione della dichiarazione d’inizio attività (o entro 30 giorni dalla data di presentazione della stessa);
- entro 30 giorni dall’inizio del periodo d’imposta (per i due periodi d’imposta successivi a quello iniziale).

Il contribuente è vincolato per almeno un periodo d’imposta. La revoca è possibile con procedura analoga, dandone comunicazione ad un ufficio locale dell’Agenzia delle Entrate. Qualora il contribuente volesse chiedere a quest’ultima anche l’assistenza fiscale nell’adempimento degli obblighi tributari, dovrà utilizzare il medesimo modello.

E’ prevista una sola causa di decadenza: il superamento dei limiti relativi ai compensi/ricavi richiesti dalla norma. Il regime agevolato cessa di trovare applicazione e l’intero reddito d’impresa, o di lavoro autonomo, viene assoggettato a tassazione ordinaria secondo le seguenti modalità:

- dal periodo d’imposta successivo, nel caso in cui siano superati (ma non oltre il 50%), i limiti relativi ai ricavi/compensi richiesti. Il superamento dei valori massimi, entro limiti contenuti, consente quindi di mantenere il godimento dell’agevolazione per l’anno in cui si è verificato;
- a decorrere dallo stesso periodo d’imposta in cui si verifica lo splafonamento, nel caso in cui, invece, i ricavi/compensi risultino superiori al 50% dei limiti stabiliti.

 
 
 
 
 

Articoli

 

Ti Piace vetrine